venerdì, Dicembre 4, 2020

Privacy

FederTerziario affianca le imprese nel processo di adeguamento alla nuova normativa in materia di privacy, introdotta con il Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali (regolamento 2016/679), approvato in data 14 aprile 2016 dal Parlamento Europeo e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea del 4 maggio 2016, tale disposizione ha segnato l’inizio di una nuova stagione per i diritti dei cittadini europei nei rapporti con le pubbliche amministrazioni e le imprese.

Il regolamento, in vigore dal 25 maggio 2018, ha rappresentato un prezioso tentativo di armonizzazione delle regole privacy dei vari Stati ed è finalizzato a sviluppare il mercato unico digitale attraverso la creazione e la promozione di nuovi servizi, applicazioni, piattaforme e software. Il Regolamento è fondato sul principio della responsabilizzazione (Accountability) del titolare e dei responsabili del trattamento, che si deve concretizzare nell’adozione di comportamenti proattivi a dimostrazione della concreta (e non meramente formale) adozione del regolamento. In particolare, è diventato necessario attuare misure di tutela e garanzia dei dati trattati, con un approccio del tutto nuovo che demanda ai titolari il compito di decidere autonomamente le modalità e i limiti del trattamento dei dati alla luce dei criteri specifici indicati nel Regolamento: principio “privacy by design” e “privacy by default”. L’approccio del GDPR è basato sulla valutazione del rischio (risk based), con il quale si determina la misura di responsabilità del titolare o del responsabile del trattamento, tenendo conto della natura, della portata, del contesto e delle finalità del trattamento, nonché della probabilità e della gravità dei rischi per i diritti e le libertà degli utenti.

FederTerziario supporta le imprese e i professionisti nel percorso di valutazione e nelle procedere per divenire compliance al Regolamento.

Print Friendly, PDF & Email

Consigliati.

Trending.