fbpx
Image default
News

Nel mese dedicato all’educazione finanziaria parte da Salerno il corso itinerante per le PMI organizzato da CONSOB e Federterziario.

Il Comitato Edufin per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria – cui partecipa il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha promosso quest’anno la seconda edizione del ”Mese dell’Educazione Finanziaria” dal 1° al 31 ottobre 2019.

Durante il “Mese” sono previsti in tutta Italia attività ed eventi di informazione e sensibilizzazione sui temi del risparmio, delle assicurazioni e della previdenza; ed è con la chiusura del mese di ottobre che parte dal Sud il progetto di Consob e Federterziario rivolto alle Piccole e Medie Imprese.

Il 31 ottobre infatti a Salerno nel salone istituzionale della Camera di Commercio prende il via il progetto di educazione finanziaria di Consob e Federterziario presentato il 13 Maggio scorso presso la Camera dei deputati.
15 tappe in 15 diverse città durante le quali i tecnici della CONSOB spiegheranno le opportunità finanziarie per le Piccole e Medie Imprese che possono trovare vie alternative a quelle del settore bancario per finanziare le proprie attività.

“Le PMI sono una priorità della Strategia nazionale per l’educazione finanziaria e previdenziale – ha evidenziato il Commissario della Consob, prof.ssa Genovese – Meglio di altre imprese possono intercettare la domanda di finanza sostenibile presente nei mercati!”
Il seminario inaugurale così come tutti quelli successivi, aperti anche ai commercialisti ed ai consulenti d’azienda, potranno essere seguiti anche on line.

Una occasione proficua per gli imprenditori e per i professionisti perché con più cultura finanziaria c’è anche più competitività: maggiori capacità di accesso e scelta di strumenti e servizi infatti, possono consentire investimenti più in linea con le richieste dei mercati e quindi più stabilità e crescita nel lungo periodo.

Come ha ricordato il presidente di Federterziario, Nicola Patrizi: “alle PMI servono risorse finanziarie che non possono derivare solo da fonti tradizionali e serve, non di meno, cultura aziendale. Il progetto con Consob va dunque nella giusta direzione: conoscenza, finanza, innovazione!”

Si parte dunque da Salerno il 31 ottobre con la presenza dei vertici di Federterziario e Consob e tutte le autorità locali.

Print Friendly, PDF & Email